Siracusa

Pin It
Molto probabilmente è la più bella città siciliana e una delle più belle città europee ed è stata recenteemente insignita del titolo di Patrimonio Unesco dell’Umanità. Antica potenza politica e commerciale, deriva il suo fascino dalla meravigliosa commistione di stili architettonici, da quello ellenistico al barocco, e dal fatto che nonostantedi conservare l’intimità propria dei piccoli centri. La sua struttura urbana è particolarmente affascinante: la città antica si sviluppò sull’isolotto di Ortigia, mentre sulla terraferma sorgono i suoi altri quattro quartieri: Acradina, Tyche, Neapolis e Epipoli.

Ortigia ha un aspetto prevalentemente medievale e barocco. È una bellissima area in cui è particolarmente bello girovagare fra strade, piazze e vicoli tranquilli, dove si trovano alcuni dei monumenti più belli della città.

In Piazza Pancali sorge il Tempio dorico di Apollo, risalente al VII-VI sec. a.C. e di cui si sono conservati il basamento, alcune colonne e parte del muro meridionale. Piazza Archimede è la piazza centrale di Ortigia, con una bella fontana raffigurante la nunfa Artemisia simbolo di Ortigia; dalla piazza si raggiunge in due minuti Palazzo Montalto, del 1397. Piazza del Duomo è il migliore concentrato architettonico barocco della città, un insieme di palazzi sei-settecenteschi fra i quali Palazzo Vermexio, oggi palazzo comunale, che racchiude nel seminterrato le fondamenta di un antico tempio ionico; Palazzo Beneventano, con una bella facciata tardo settecentesca; la chiesa di Santa Lucia alla Badia, risalente al 1695 ma il cui piano superiore è stato aggiunto a metà Settecento.

Ma soprattutto il Duomo, eretto nel VII secolo adattando e modificando un tempio dorico preesistente e successivamente rimaneggiato in epoca normanna e barocca: sul lato occidentale è visibile il muro merlato normanno, e le colonne, i capitelli e l’architrave dorici appartenenti al nucleo greco e che furono inglobati nell’edificio nel VII sec. Il terremoto del 1693 distrusse la facciata, normanna, che fu ricostruita con canoni barocchi, cosa che la fa contrastare con il più sobrio interno, che riproduce la lineare struttura dell’antico tempio greco. Nella navata sud una serie di cappellette riccamente decorate sono anch’esse barocche, eccetto la prima, decorata con vivaci mosaici arabeggianti di chiara epoca normanna e contenente un fonte battesimale normanno del XIII secolo, un cratere ellenistico ricavato da un blocco di pietra sulla quale è ancora visibile un’iscrizione greca.

Palazzo Bellomo e Palazzo Parisio ospitano il Museo Regionale d’Arte Medievale e Moderna, mirabile esposizione funzionale e ben curata, al momento però chiuso per restauro (v. sotto). In Largo Aretusa si trova un bel bacino di acqua dolce, la Fonte Aretusa, intorno alla quale si concentra lo struscio serale; una bella piazza in cui fermarsi a prendere un caffè. A sud della fontana, sullo sperone roccioso all’estremità meridionale della penisola sorge il Castello Maniace, una massiccia fortezza sveva, quadrata e con quattro torri cilindriche agli angoli, che prende il nome dall’ammiraglio bizantino che nel 1038 riconquistò per breve tempo Siracusa strappandola agli arabi. Purtroppo non è al momento aperta al pubblico.

La passeggiata lungo Foro Vittorio Emanuele II, che dà sul Porto Grande, è un posto piacevole per concludere la serata.
All’estremità opposta del Ponte Nuovo, il ponte principale che collega Ordigia alla terraferma, si trova Acradina, storicamente il fulcro delle attività commerciali di Siracusa attraversato dalla grande arteria di Corso Gelone.

A nord di Acradina il quartiere residenziale di Tyche ospita le labirintiche catacombe di Siracusa nei sotterranei della Basilica di San Giovanni, e, in Viale Teocrito, il Museo Archeologico, da non perdere assolutamente: al suo interno è esposta la più vasta collezione di antichità della Sicilia, provenienti dai siti archeologici della zona e dell’isola; i tre grandi settori sono quello preistorico, quello dedicato alle colonie greche di Siracusa, Megara Hyblaea e alle colonie calcidiesi; quello delle colonie di Gela e Agrigento, delle subcolonie siracusane e degli insediamenti siculi, soprattutto Pantalica e Castelluccio.

Neapolis era il quartiere che conteneva la maggior parte delle strutture sociali e religiose della città antica e ospita oggi il grande Parco Archeologico di Siracusa. Al suo interno si trovano le rovine dell’Ara di Ierone II, un gigantesco altare lungo 200 m costruito per volere di Ierone II nella seconda metà del III sec. a.C.; lo spettacolare Teatro Greco, semicircolare e interamente scavato nella roccia, uno dei più grandi e meglio conservati al mondo; l’Anfiteatro Romano, anche questo uno dei più grandi al mondo.

Il quartiere periferico di Epipoli ospita le antiche mura difensive e i resti del Castello Eurialo, imponente castello che costituisce una delle fortificazioni greche più belle e complete del Mediterraneo. Fu costruito in gran parte nella seconda metà del III sec. a.C., circondato da tre fossati difensivi il primo del quale coperto dai tiri delle catapulte montate sulle cinque torri del mastio, la parte del castello meglio conservata.

Fuori Siracusa si possono fare alcune escursioni molto belle e di breve durata: una di queste porta a Capo Murro di Porco, raggiungibile sia con la macchina che a piedi (molto più bella); un’altra alla Fonte Ciane, a 10 km dalla città, è raggiungibile in auto o a piedi, prendendo l’autobus n. 21, 22 o 23 da Piazza della Posta, a Ordigia all’imbocco del Ponte Nuovo, e scendendo nel punto in cui la strada incontra il fiume e da qui proseguire per un’ora lungo le rigogliose sponde del fiume ciane, dove, unico posto oltre al Nord Africa, i papiri crescono spontanei. Seguendo il sentiero a piedi invece che arrivandoci con l’auto, si possono anche vedere le suggestive rovine dell’Olympieion, il tempio dorico dedicato a Giove Olimpico risalente alla prima metà del VI sec. a.C. Un’altra possibilità è quella di arrivarci con una delle escursioni in barca che partono dal molo vicino al Ponte Grande, che attraversa il fiume vicino alla foce; le barche risalgono il fiume permettendo di vedere sia le rovine che la fonte.

A mezzora di auto da Siracusa in direzione nord, sulla costa, si trova il sito archeologico di Megara Hyblaea (o Megara Iblea), città prima greca poi romana, i cui resti costituiscono il modello più completo di città arcaica ancora esistente.
Per quanto riguarda il mare, la costa nord di Siracusa è assolutamente da evitare per le schifezze vomitate dalle industrie chimiche che vi si affacciano. A sud invece le spiagge dell’Arenella e delle Fontane Bianche sono bellissime e dalle acque limpide, e per questo frequentatissime. All’Arenella abbondano i tratti di spiaggia con servizi a pagamento; meglio fare due passi e fermarsi in una delle spiaggette rocciose poco più a sud. Fontane Bianche è un posto da favola, spiaggia di sabbia finissima e di fronte un’immensa piscina naturale.

Galleria Regionale di Palazzo Bellomo – Museo Regionale d’Arte Medievale e Moderna Via Capodieci, 16

Hotel Consigliati

Alla Giudecca

Alla GiudeccaSituato a pochi metri dal mare sull'Isola di Ortigia, nel centro storico di Siracusa, l'Alla Giudecca è ospitato in un edificio ristrutturato del XV [...]

Palazzo Del Sale

Palazzo Del SaleSituato in uno storico edificio con soffitti alti e pareti in pietra, questo hotel boutique sorge nel centro di Ortigia, vicino a Piazza Duomo, e offr [...]

Antico Hotel Roma 1880

Antico Hotel Roma 1880Situato nel cuore dell'Isola di Ortigia, accanto alla Cattedrale, l'Antico Hotel Roma 1880 offre la connessione Wi-Fi gratuita nella hall e moderne ca [...]

Hotel Casa Mia

Hotel Casa MiaOspitato all'interno di un affascinante edificio del tardo XIX secolo, in una delle vie principali del centro storico di Siracusa, a soli 3 minuti a p [...]

Hotel Gutkowski

Hotel GutkowskiSituato nei pressi dei principali punti di riferimento del centro storico di Siracusa, l'Hotel Gutkowski si affaccia sul mare ed è formato da 2 edifi [...]

Hotel Relax

Hotel RelaxSituato a 3 km dal centro di Siracusa e incastonato nel suggestivo Parco archeologico della Neapolis, tra le mura dionigiane e l'antico Teatro Greco, [...]

Hotel Del Santuario

Hotel Del SantuarioL'Hotel del Santuario è un hotel 3 stelle ubicato al centro di Siracusa. Le camere presentano una cromia chiara e mobili in legno. A vostra disposizi [...]